»   Area Informativa / Newsletter / Anno 2009 / Newsletter n. 17/2009 / DETASSAZIONE DEGLI AUMENTI ...

DETASSAZIONE DEGLI AUMENTI DI CAPITALE
Lunedì 21 Settembre 2009 - FONTE: Il Sole 24 Ore
Il bonus sulla capitalizzazione consiste nella possibilità di ridurre il reddito delle società interessate con una variazione in diminuzione del 3% dell’aumento di capitale. La norma fissa una serie di condizioni:

_ un tetto massimo ai conferimenti fissato in 500.000 euro;

_ una scadenza quinquennale, nel senso che è possibile fruire dello sconto fiscale per il periodo in corso alla data di perfezionamento dell’aumento di capitale e per i 4 successivi.

L’agevolazione riguarda solo gli aumenti di capitale sociale e non ogni generico incremento del patrimonio netto. Ciò significa che, a stretto rigore letterale, sia i versamenti a fondo perduto, sia quelli in conto futuro aumento di capitale eseguiti dai soci persone fisiche non sono ricompresi tra le operazioni che permettono di ottenere la variazione diminutiva del 3% sull’imponibile. Dovrà essere chiarito se l’agevolazione riguarda solo la determinazione della base imponibile ai fini delle imposte sui redditi o anche la base imponibile Irap. La disposizione non contiene alcuna clausola di salvaguardia nel senso che l’eventuale riduzione del capitale sociale (anche prima della scadenza del quinquennio agevolato) sembra non comportare alcuna revoca del beneficio.
© 2024 Studio Ferro | P.IVA IT02527460246 | Tel. 049.7968933 | Fax 049.7968999 | E-Mail info@ferrostudio.it | Tutti i diritti sono riservati. Riproduzione vietata. | Privacy | Credits | Portale Studio »