»   Area Informativa / Newsletter / Anno 2014 / Newsletter n. 11/2014 / Non sanzionabile la dichiar...

Non sanzionabile la dichiarazione dati iva tardiva
Venerdì 9 Maggio 2014 - FONTE: Eutekne

Secondo l'art. 35 del DPR 633/72, i contribuenti devono inviare all'Agenzia delle Entrate la dichiarazione di inizio, variazione e cessazione attività, entro 30 giorni da quando si verifica il fatto relativo alla denuncia. 

La CTR di Palermo, richiamando il concetto di violazione formale prevista dall'art. 6 del d.lgs. 472/97, con la sentenza 157/2/13, ha affermato che non può essere sanzionato il ritardo nell'invio della comunicazione di variazione dati  nella misura in cui non ci sia stata alcuna incisione sui controlli fiscali, nè sulla determinazione o liquidazione del tributo.
© 2021 Studio Ferro | P.IVA IT02527460246 | Tel. 049.7968933 | Fax 049.7968999 | E-Mail info@ferrostudio.it | Tutti i diritti sono riservati. Riproduzione vietata. | Privacy | Credits | Portale Studio »